CRASH ART Alexander Jakhnagiev a Sanremo

CRASH ART Alexander Jakhnagiev Giorgio Bertozzi Blog

CRASH ART un’installazione dell’artista Alexander Jakhnagiev  a SanRemo, piazzale di fronte al Teatro Ariston “Crash art” al 64° Festival di San Remo, un evento ‘provocatorio’, tra arte e canzoni ideato dall’artista Alexander Jakhnagiev e promosso da Rai Isoradio, in collaborazione con Aci, Automobile Club d’Italia. La più importante kermesse canora del nostro Paese diventa così un mezzo di promozione all’educazione stradale.  L’installazione sarà posta davanti al Teatro Ariston è composta da due auto nel momento di uno scontro. Le auto saranno dipinte dall’artista Jakhnagiev aiutato da una scolaresca. Un momento tragico che ‘rinasce’ grazie agli alunni di alcune scuole, che con i colori e sotto la guida dell’artista, daranno una nuova dimensione alle lamiere contorte.

Il messaggio dell’iniziativa, oltre che monito ed educazione alla sicurezza stradale vuole richiamare con un gesto gioioso l’attenzione sui reali pericoli che ogni giorno, in città o in campagna, riguardano tutti, in particolare gli automobilisti più giovani. Sotto l’installazione, per tutta la durata della manifestazione, si alterneranno cantanti e protagonisti del Festival, con dirette, servizi news, internet e naturalmente con collegamenti quotidiani in onda su Rai Isoradio diretto da Danilo Scarrone. Il canale radiofonico di pubblica utilità della Rai vuole dare così il suo concreto contributo alla sicurezza stradale e al rispetto della vita. Per informazioni  +39 349 6309004

CRASH ART Alexander Jakhnagiev Giorgio Bertozzi Blog CRASH ART Alexander Jakhnagiev Giorgio Bertozzi Blog 2 CRASH ART Alexander Jakhnagiev CRASH ART ALEXANDER JAKHNAGIEV Giorgio Bertozzi Blog 2 CRASH ART Alexander Jakhnagiev Giorgio Bertozzi Blog
<
>

L’Artista:  Alexander Jakhnagiev  da anni vive e lavora a Roma, non è nuovo a esperienze performative di grande impatto sociale. Tra le numerose sue iniziative  “La Pace Ferita”, l’installazione luminosa proiettata sulla facciata della Basilica di San Francesco ad Assisi nel 2002 approdata poi anche sulla facciata della sede della Provincia di Roma. “Sottosuoli”, nel 2006, un progetto interattivo sui senza tetto della capitale in cui l’artista ha fatto sdraiare i clochards della capitale tracciando la loro l’ombra su teli, mostra che viene esposta nella metropolitana di Roma. Da ricordare anche Piedi d’Arte – pittura interattiva sui piedi dei calciatori della squadra di calcio del Perugia le cui impronte trasferite su tela sono state poi vendute per beneficenza. Di grande impatto “Le ombre dei maestri”, istallazioni nella metropolitana di Roma, dove su cartoni fa sdraiare grandi artisti contemporanei di cui disegna le silhouettes. Successivamente realizza con l’Adoc, “Le lacrime dell’albero”, progetto in 12 città italiane per cui guida gruppi di bambini e ragazzi nella costruzione di alberi con bottiglie dipinte nei centri storici, per “riportare sugli alberi almeno i contenitori, visto che i frutti sono tutti nei nostri frigoriferi”. Sempre per l’ADOC realizza le tessere 2005, 2006, 2008 e 2009. Nel 2007 realizza il progetto “Parabole a Colori”, pittura su delle parabole televisive contro l’inquinamento visivo dei tetti, che nel 2008 espone al Cairo presso Al Gezira Art Center, invitato dal Ministero della Cultura d’Egitto. Nel 2008 realizza “Schiavitù” un percorso interattivo con le prostitute conclusosi in una mostra al mercato di Piazza Vittorio a Roma. Nel giugno 2007 una sua opera è pubblicata sul biglietto della lotteria nazionale Italia.

Questa voce è stata pubblicata in Eventi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.