Sintesi duemilaquindici BURSA

Layout 1

 

Neoartgallery Associazione Culturale Presenta sintesi duemilaquindici BURSA VI EDIZIONE Opere di: Bruno  Parretti – Kristina Milakovic – MariaRosaria Stigliano – Laura Migotto – Cristina Fornarelli –  Davide Frisoni – Roberta Coni Organizzazione di Huri Aykut Ülker a cura di Giorgio Bertozzi e Ferdan Yusufi

La prima volta della mia vita che ho visitato la Verde Bursa è stato quasi trenta anni fa. Arrivavo da sud dopo un viaggio che fu il compimento di un mio personale percorso nel tempo alla ricerca di quelle sensazioni che solo la terra delle proprie radici culturali può dare. Avevo fatto il mio ingresso in Anatolia da Canakkale e rapidamente sono arrivato nella vicina zona dove si possono ammirare gli scavi della mitica Troia, ancora densi di quel rumore di ferro che cozza sulle armature di eroi immortali e densi anche del fumo e delle ceneri di un incendio che ha ricoperto tutto per lunghi secoli. Questa è stata la prima tappa di una cavalcata mozzafiato, da Pergamo con il suo poderoso teatro greco ad Efeso dalla grande biblioteca e dell’area immensa del meraviglioso tempio di Afrodite, poi, Didima e i suoi colossali resti di un tempio degno di Olimpia con l’enigmatico volto della Gorgone che segue i visitatori per pietrificarli accanto ai tamburi delle colonne. Un’altro teatro ci ha accolti a Mileto ed anche a Hierapolis, vicino alle fatate terrazze del “cotone” di Pamukkale, colme di una rilassante acqua termale. Anche i paesaggi surreali e impossibili della Cappadocia che nel durante avevamo attraversato ci predisponevano all’ingresso a Bursa, città d’ arte, su quella via percorsa dalle antiche carovane che confluiscono ancora oggi in stupendi caravanserragli, mercati dove tessuti in morbido cotone e levigata seta ti rilassano come è giusto e necessario fare in chiusura di un tragitto che ha offerto di più delle nostre gia smisurate attese. Questo stesso abbraccio morbido e delicato la grande città ( che si dice progettata da Annibale il grande generale rivale di Roma ) oggi riserva ai tanti turisti che qui arrivano per godere della moderna stazione sciistica del monte Uludağ ed anche ai visitatori dell’annuale Festival Internazionale giunto alla cinquantatreesima edizione. L’abbraccio e l’accoglienza migliori sono riservati quest’anno ai sette artisti italiani che porteranno nel festival una storia altrettanto antica e ricca, quella dell’arte italiana. Sarà certamente interessante per i visitatori del festival ammirare dal vivo il contemporaneo italiano e scoprire che le nostre nazioni non sono poi così distanti come qualcuno può immaginare, con i paesaggi e le ambientazioni di Davide Frisoni, Kristina Milakovic e Maria Rosaria Stigliano, scorci inequivocabili di un ambiente urbano senza tempo in cui le certezze architettoniche sono il tratto comune che rimanda sempre e comunque all’intervento dell’uomo uguale ed indistinguibile ovunque, in Italia come in Turchia. Gli elementi classici presenti nei lavori di Laura Migotto sono inseriti in un contesto anche qui al di fuori di una collocazione temporale, nell’infinito spazio delle sue spirali dove guerrieri e cavalli sono gli stessi che hanno percorso la via della seta che giungeva sino a Bursa. Sempre a Bursa, perdendosi nei bazar, non sarà insolito vedere volti, sguardi, drappeggi e accessori femminili figli di quell’incanto ancora magico che il vicino oriente continua a generare per mantenere intatto il fascino che suscita, lo stesso fascino di volti, sguardi, drappeggi e accessori femminili presenti nelle opere di Roberta Coni e Cristina Fornarelli. Tutti gli elementi sopra descritti, come in una magica sintesi, sono contenuti nei lavori fotografici di Bruno Parretti, un lavoro che sembra figlio di scatti realizzati guardando in un caleidoscopio puntato sulla vita e sul mondo che genera personaggi e ambienti come nel Teatro delle ombre di Karagöz and Hacivat. Tutto questo è Sintesi!  Giorgio Bertozzi

Questo slideshow richiede JavaScript.

İTALYAN SANATÇILARIN KARMA RESİM SERGİSİ

Neoartgallery Associazione Culturale 2003 yılında İtalya Roma şehrinde Giorgio Bertozzi ve Ferdan Yusufi tarafından kültür ve sanatın uluslararası paylaşımı ve tanıtımı için kurulmuş ve pek çok sergi, fuar organizasyonları gerçekleştirmiştir. Roma’dan sonra İstanbul’da da yapılanan Neoartgallery İstanbul, Beyoğlu’nda kurulan “Beyoğlu İnnpark Art Space”de Türk sanatçılarının da dünya sanatında isimlerini duyurmalarına vesile olmaya devam etmektedir. 2015 yılında Bursa’da Sanatçı Huri Aykut Ülker’in temsilciliğinde Bursa sanatçılarına da hizmet vermeye başlayan Neoartgallery “Reggio Emilia Immagina Arte in Fiera” fuarına ve “Forli Vernice” Sanat Fuarı’na pek çok Bursalı sanatçının da katılmasını desteklemiştir.

Giorgio Bertozzi ve Ferdan Yusufi kuratörlüğünde gerçekleşecek olan SINTESI VI sergisi,  1 – 13 Haziran 2015 tarihleri arasında Bursalılarla buluşacaktır…

 RESSAM Şefik Sanat Galerisi

 Büyükşehir Belediyesi Tarihi Binası Önü   Merkez  Osmangazi

 Bursa / Türkiye

 +90 224-220 88 47

Apertura al pubblico

1-13 Giugno 2015 dalle ore 16.00

Progetto grafico Stefano Ferracci

Coordinamento grafico editoriale  Studio TANGRAM

Apertura al pubblico

1-13 Giugno 2015 dalle ore 16.00

BURSA CULTURE ART AND TOURISM FOUNDATION 

Açık Hava Tiyatrosu Altı , Kültürpark, Osmangazi, BURSA / TÜRKİYE Tel: (0224) 234 49 12 Fax: (0224) 234 49 11 www.bkstv.org.tr – info@bkstv.org.tr

www.neoartgallery.it – info@neoartgallery.it

Layout 1

 

Questa voce è stata pubblicata in Eventi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.