Laura Migotto. Oltre ogni attesa.

in news

Juliet Bertozzi Yusufi Migotto

Oltre ogni attesa Laura Migotto ci presenta la sua produzione di sculture realizzate in bronzo. Molta storia dell’uomo c’é in questo metallo che sa essere  essere cupo e silenzioso. Utensili, finiture,  armi, ed ogni manufatto forgiato nel bronzo, hanno accompagnato, da sempre, le vicende umane e nel farlo il silenzio si é riempito di rumore ma anche di melodia e l’aspetto da cupo si é fatto tetro ma anche luminoso. Quando le armi, per offendere o per difendere: cannoni, spade, elmi, corazze, lance… esauriscono la voglia di gridare, lasciano spazio a creazioni come l’Auriga di Olimpia, i Bronzi di Riace, L’ombra della sera di Volterra, La chimera di Arezzo, la Lupa di Roma, il Baldacchino di San Pietro, la Colonna di Place Vendome… ad ammirare le quali ci si riempie di vita gli occhi e di musicale armonia il corpo. Non c’é mistero nella metamorfosi del metallo,  ci sono esclusivamente l’ingegno e la mano dell’uomo, ignoto come tanti fonditori o celeberrimo come Cellini, Giacometti, Fidia, Rodin, Moore, Pomodoro… La metamorfosi si rinnova ammirando le creazioni alate di Laura Migotto, opere a cui il vivo metallo fornisce una pesante consistenza e a cui la forma conferisce un grande senso di infinito, libertà e pace. Per questo non ci si stupisca se ammirando i cavalli bronzei, sentinelle di un moto perpetuo senza inizio ne fine,  sentirete in profondità anche i caldi e rassicuranti rintocchi di bronzee campane come quella della pace di Rovereto fusa con il metallo di inutili cannoni.  Giorgio Bertozzi

  • © 2012 – 2019 – Giorgio Bertozzi – All rights reserved